venerdì 28 marzo 2014

Una Torta al Cioccolato ......



.........ed un ciclo che si conclude.



Di questa dolcezza non ne vedrete neanche una fetta (tranquilli dovrò rifarla e ne riparleremo), perché "cotta, farcita e confezionata", ha già preso il volo!

Questo dolce, è nato soprattutto dal desiderio di esprimere un mio pensiero e rivolgerlo ad un gruppo di futuri maturandi e compagni di scuola di mia figlia, che con l'approssimarsi della fine dell'ultimo anno delle superiori, vedranno poi le loro strade separarsi per futuri motivi di studio.

Ognuno di loro cercherà di realizzare i propri sogni, i propri progetti.
C'è chi andrà a studiare lontano dalle proprie famiglie e c'è chi, più vicino, ha trovato nei propri ambiti, splendide realtà scolastiche.

La scuola che presto lasceranno, ma sono certa per tornarvi appena potranno, è un luogo straordinario che li ha visti crescere, apprendere, condividere  e costruire insieme qualcosa di importante "l'Amicizia".

Ognuno di loro ha contribuito con il proprio carattere e con le proprie scelte, ad accrescere un desiderio comune fatto di condivisibiltà e trovo che questo al giorno d'oggi sia raro.

Questa per me è anche l'occasione per esprimere un mio personale e familiare GRAZIE, alla loro Scuola, ai loro Docenti, alle "Alte Sfere" e a tutti quelli che in operoso silenzio, molte volte dietro le quinte, tutti i giorni instancabilmente, donano le loro grandi qualità umane e professionali.

Grazie al "CONSERVATORIO SAN NICCOLO" di Prato (http://www.sniccolo.prato.it/), per tutti questi anni passati insieme in grande amicizia, perché non sarà la fine ma soltanto l'inizio di qualcosa di nuovo e più grande, che non muterà in noi la stima e l'affetto che vi abbiamo riposto.

Ed ora...., 

a chi l'ha assaggiata, a chi come me non ne ha avuta neanche una fetta, e a chi desidera cimentarsi, racconto che questo dolce è nato dal desiderio di unire differenti scuole di pensiero nell'ambito della Pasticceria.

Ho unito l'avvolgente passione del cioccolato fondente e la rigorosa precisione tipica Austriaca, ad un po' dell'eleganza Francese data dalla crème fraîche utilizzata per la mousse, assemblando il tutto con una buona dose di quello scanzonato, euforico e contagioso senso pratico, che è tipico Americano.

Mi è stato raccontato, da chi ne ha mangiate ben due fette, che la "Trilogia" funziona, eccome se funziona!

Questo dolce, frutto dell'istinto, non avendo un nome io l'ho chiamato così:

                                                 
Chocolate Cake & Friendship

Lo stampo da utilizzare dovrà avere un diametro di cm 28 con pareti non svasate.

Ingredienti impasto al cioccolato:
- g. 200 di farina 00 di Tipo debole per pasticceria
- g.   40 di mandorle bianche in farina
- g.   75 di cacao amaro di Ottima qualità (io uso da sempre quello del Maestro Catinari)
- g.   16 di Baking (una bustina)
- g. 250 di zucchero semolato
- g.     2 di sale


- g.   50 di uovo intero
- g. 400 di latte intero freddo 
- g.   40 di olio extra vergine d'oliva dal gusto leggero

Procedimento: 
Non occorre utilizzare un mixer o sbattitore, bensì una semplice frusta a mano.
In una ciotola mettete tutti gli ingredienti secchi indicati nella ricetta e quindi: farina, mandorle in farina, cacao setacciato, baking, zucchero semolato, sale e con l'aiuto di una frusta, miscelateli accuratamente.

In un'altra ciotola miscelate tutti gli ingredienti umidi e quindi: l'uovo, il latte e l'olio.

Ora, versate a filo gli ingredienti umidi all'interno della ciotola che contiene quelli secchi già miscelati e, con l'aiuto della frusta amalgamateli facendo in modo che non vi rimangano grumi.
Ho detto amalgamare e non montare, è importante!

Imburrate ed infarinate una teglia del diametro di cm. 28, alta almeno 5-6 cm. 
Astenersi in questo caso dall'usare carta da forno perché la torta dovrà essere perfettamente liscia ai bordi esterni.

Versare al suo interno il composto verificando che il livello sia omogeneo. Infornate ad una temperatura di 180 °C e cuocete per un tempo di 40 minuti.
Decorsi i primi 25 minuti abbassate la temperatura a a 160 °C e portate a cottura.

Molto importante: Questa tipologia di impasto al termine dei 40 minuti di forno, dovrà essere ancora un po' umido ma soffice e quindi, verificando la cottura, lo stecchino di legno dovrà uscirne pulito.

Estraete dal forno ed aspettate almeno 10 minuti prima di togliere il dolce dallo stampo e posizionarlo su di una griglia di raffreddamento.

Nel frattempo preparate uno sciroppo aromatizzato per bagnare la torta, fatto con:
- g. 60 di acqua
- g. 40  di zucchero semolato
- g. 40 di liquore Cointreau

Mettete lo zucchero e l'acqua in una casseruola e scaldateli fino a che lo zucchero non si sarà sciolto completamente. Togliete dal fuoco e fate intiepidire, inserite soltanto allora il liquore e mettete da una parte.

Preparate ora la Mousse bianca con:
- ml. 400 di crème fraîche (panna liquida ben fredda)
- g.  100 di formaggio spalmabile (es. una buona Robiola oppure Mascarpone)
- g.    60 di zucchero a velo
- n.      1   bacca di vaniglia Bourbon (soltanto i semi contenuti al suo interno)

Lavorate a crema il formaggio spalmabile con lo zucchero a velo ed i semini della vaniglia.
A questo composto inserite con una spatola la panna montata ben fredda, con movimenti dal basso verso l'alto al fine di creare un composto "mousseuse" ovvero spumoso.

Farcitura del dolce: Questa torta non si taglia a strati ma si posiziona così com'è sul piatto da portata scelto per il servizio. 
La cosa importante è che la parte che andrà a contatto con il vassoio sia quella che era posizionata in alto a vista nella teglia di cottura.

Con un pennello bagnate tutta la superficie della torta con lo sciroppo aromatizzato, la quantità dell'inzuppamento decidetela voi.
Vi garantisco che l'umidà dell'impasto al cioccolato profumato al Cointreau è speciale.





Ora, se siete un po' esperti, inserite la mousse bianca all'interno di una sacca da pasticceria e decorate a piacimento creando però un effetto ondulato in rilievo.


Se non ne siete capaci, divertitevi comunque con un cucchiaio cercando sempre di creare dei picchi e degli avvallamenti.


Con una spatola a gomito lisciate tutta la circonferenza del dolce cercando di ottenere per quanto possibile un lavoro pulito, dopodichè posizionate il dolce in frigorifero per almeno 3 ore.



Poco prima del servizio o del confezionameno del dolce, con l'aiuto di un setaccino cospargete tutta la sua superficie bianca come una nuvola, con dell'ottimo cacao amaro cercando di non esagerare e sbrciolatevi sopra 50 g. di cioccolato fondente con nocciole. 





E adesso, tagliatene subito una fetta per voi e per il vostro amico preferito, sedetevi comodamente in poltrona e fate in modo che nessuno vi disturbi questo momento di pura gola.....


Il "Chicco"  vi saluta ed augura a tutti Voi "Buone Amicizie"




A presto






8 commenti :

  1. Grazie per le bellissime parole sull'amicizia, che per me è importantissima, per la tua sensibilità, e per questa deliziosa ricetta. Questa torta è molto ma molto invitante!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marinora,
      sono io che ringrazio te per aver saputo leggere nelle mie modeste parole, il valore che io dò alla parola "Amicizia".
      A presto, anna

      Elimina
  2. Anche se solo da poco ho conosciuto sua figlia, il resto della classe e l'atmosfera unica di San Niccolò, devo dire che leggendo queste belle parole mi sono venuti un po' di brividini! Complimenti per la torta che purtroppo non ho assaggiato ma che appena troverò un attimo libero dallo studio proverò a fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Margherita,
      una torta si può sempre rifare, quello che trovo più difficile da ripetere è la tua sensibilità alle mie parole. Questo dimostra che tu eri già una "San Niccolina" prima ancora di arrivarci e se lo vorrai lo sarai per sempre.
      Per ringraziarti della tua gentilezza ti lascio leggere cosa penso io dell'amicizia.

      «L'amicizia consiste nel dimenticare ciò che uno dà,
      e nel ricordare ciò che uno riceve.»
      (A. Dumas)

      Elimina
  3. Costanza Nizzi29 marzo 2014 10:48

    Mi ha fatto veramente piacere leggere queste parole sull'amicizia. L'unione di caratteri molto diversi, non propriamente armonica, penso abbia comunque portato alla crescita delle singole persone e quindi a qualcosa di positivo ugualmente! Al contrario degli ingredienti della torta che invece si fondevano in maniera perfetta! Era buonissima perciò complimenti :) e in bocca al lupo per il blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Costanza,
      le tue parole sono per me motivo di grande gioia. Dal tuo punto di vista si comprende quanto è ampio il valore ed il significato della parola "Amicizia" ed io ero certa che tu avresti capito perchè so, che nel tuo cuore, c'è sempre stato e ci sarà posto per un amico.
      Grazie Costi ed un bacio. anna

      Elimina
  4. mi lasci senza fiato davanti a questo dolce. Soprattutto per la valenza che ha, perchè sottolinea uno dei più alti valori della vita, l'amicizia. Non posso immginare la vita senza la vicinanza di persone amiche, alcune virtuali come te, con cui condividere gioie, passioni e anche momenti diffiicili.
    Per tua figlia sta per arrivare il commiato dai compagni di scuola....Alcuni faranno un pezzo di strada con lei, altri si perderanno di vista, ma sono sicura che tua figlia porterà nel cuore tutti i loro volti, i sorrisi, il ricordo di tanti anni di crescita comunei e di tante speranze condivise. L'amicizia è anche questo. Il ricordo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giuli, per me l'amicizia ha un valore immensamente serio. C'è chi la scambia per conoscenza, chi invece per sano opportunismo, io .....la considero un dono prezioso ed inaspettato.
      Ti voglio bene Giuli e vorrò dirtelo spesso.
      Ti auguro una buona domenica, a presto anna

      Elimina